Spiagge libere affidamento 2019 e sotto terrazze.

Arrivati in primavera, lo sguardo, ormai, si posa sull’imminente estate, estate che, in un luogo, in un paese definito turistico, diventa un periodo dove bisogna dare la giusta offerta ai vacanzieri di un giorno, di un mese, o di una stagione.
Nel nostro comune da qualche anno si effettua l’affidamento delle spiagge libere a dei concessionari che avranno in convenzione le 14 spiagge del nostro litorale proprio con lo scopo di alleggerire le casse comunali da spese come la pulizia e avere nello stesso tempo spiagge con servizi, come discese a mare per disabili, salvataggio e noleggio di ombrelloni.Fin qui la storia fila in una logica, ma, come tutte le apparenti logiche, a Minturno a un certo punto questa si perde. In questi giorni, guardando sulla pagina web del sito del comune e leggendo i precedenti accessi agli atti, ci siamo posti alcune domande alle quali ci piacerebbe avere una risposta dall’amministrazione, tanto è vero che queste domande sono state poste come richiesta di informazioni a chi di dovuto.Intanto, anche quest’anno si pubblica un bando che necessità dell’ordinanza balneare… che non è stata pubblicata! Come mai?
Vengono poste in bando ben 14 spiagge, ma non tutte verranno date in concessione, in quanto per scarso interesse commerciale non verrà fatta nessuna richiesta e alcune, invece, nonostante di forte interesse economico e commerciale, non verranno richieste neanche dai chioschi adiacenti. Per queste ultime, invece, subentra una legge regionale che permette comunque a queste attività commerciali situate adiacenti alle spiagge libere di noleggiare attrezzatura, però senza passare per il bando e quindi senza dover avere impegni e doveri verso il Comune e verso le spiagge stesse. Questo per dire che la pulizia delle spiagge, in questi casi, continua a essere a carico del Comune, delle casse comunali e di noi stessi cittadini: nonostante, di fatto, sulla spiaggia libera verrà creata un’attività commerciale a scopo di lucro, non verranno forniti i servizi obbligatori che gli altri che si saranno aggiudicare le spiagge devono rispettare.Inoltre, nel bando anche quest’anno, come gli anni passati, vengono a mancare indicazioni delle aree in cui sono presenti noleggiatori di pedalò sulle spiagge citate: i servizi su queste aree, che pure fanno parte della spiaggia, eventualmente affidata, sono a carico di chi? Dell’affidatario della spiaggia (che, però, non può usufruirne, perché occupate dai natanti) o del noleggiatore?L’ultima domanda riguarda le terrazze: queste strutture nella parte inferiore del livello strada, e quindi a livello della spiaggia, hanno subito dei lavori per creare delle attività di assistenza ai bagnanti: sarà possibile avere dei bagni chimici, spogliato, piccoli magazzini, area pronto soccorso, proprio per agevolare il turismo su queste spiagge. Ricordiamo che ancora oggi queste strutture non sono completate, nonostante le date di consegna risalgano a circa un anno fa: perché? saranno pronte queste per questa stagione? verranno date in gestione? potranno essere usate come attività
commerciali per distribuzione di bevande e di alimenti? Siamo sicuri che un’amministrazione attenta e perspicace come quella di comune di Minturno saprà rispondere anche questa volta. Intanto, sollecitiamo l’amministrazione a inventare, creare un’offerta valida per chi verrà anche solo per un giorno.Cerchiamo di creare in questa zona, ricca in tutti i sensi, una programmazione turistica valida come nelle migliori zone turistiche d’Italia.MEETUP “MINTURNO IN MOVIMENTO”TARTAGLIA ROBERTO

cof

RICHIESTA INFO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: