Chiusura Punto di Primo Intervento, M5S scrive ai consiglieri comunali

Il meetup 5 Stelle di Minturno ha protocollato questa mattina una proposta di deliberazione per scongiurare la chiusura del Punto di Primo Intervento di Minturno, indirizzata ai consiglieri comunali. “Nelle ultime settimane – si legge nella nota – si è molto parlato della prossima chiusura dei Punti di Primo Intervento della nostra provincia: in particolare, nel Golfo di Gaeta sono destinate alla chiusura, entro il 01/01/2019, i Punti di Primo Intervento di Gaeta e di Minturno. Nei giorni scorsi si è assistito addirittura a quella che viene definita una crociata da parte degli amministratori locali, ma, di fatto, pochi, ma forse meglio dire, nulli sono stati gli atti amministrativi davvero concreti adottati dalle amministrazioni locali”

“Per tale motivo – prosegue la nota – la settimana scorsa i nostri portavoce, il deputato Raffaele Trano e il consigliere Loreto Marcelli (quest’ultimo vicepresidente della commissione sanità) hanno pubblicato un comunicato nel quale invitavano gli amministratori locali ad atti concreti, con l’onestà intellettualedi riconoscere anche l’iter che ha portato a queste decisioni, iniziato con il recepimento, nel Decreto Ministeriale 70/2015, dell’intesa sancita con la Conferenza Stato-Regioni, di cui facevano parte soprattutto Presidenti di Regione, tra cui lo stesso Zingaretti. Gli amministratori locali, quindi, sono stati invitati a investire il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti della responsabilità delle scelte assunte nella precedente consiliatura.

L’invito è stato, finora, raccolto solo dal comune di Gaeta, durante l’ultimo consiglio comunale, quando il consigliere De Angelis ha presentato una proposta di deliberazione che, dopo due emendamenti, è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale. Pertanto, abbiamo deciso di consegnare l’allegata bozza di deliberazione comunale, sostanzialmente identica a quella di Gaeta e modificata solo con i dati relativi al PPI di Minturno, al consiglio comunale di Minturno, in vista della seduta di oggi: in particolare, ci aspettiamo che sia proprio il consigliere del PD Franco Esposito, delegato alla sanità, che recentemente ha parlato alla stampa locale dimenticando le responsabilità del suo partito, a far sua la suddetta proposta di deliberazione, ammettendo, quindi, ciò che non ha ammesso davanti agli organi di stampa, e cioè che il valore del Punto di Primo Intervento di Minturno viene calpestato proprio dal suo partito e dal massimo esponente di esso a livello regionale, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Naturalmente, qualora il consigliere Esposito dovesse rifiutare di far propria tale proposta di deliberazione, la stessa potrà essere presentata da qualunque consigliere comunale del comune di Minturno.

Analoga richiesta abbiamo presentato ad alcuni consiglieri dei comuni di Santi Cosma e Damiano, Castelforte e Spigno Saturnia e anche in quei comuni alcuni consiglieri presenteranno proposta di deliberazione. Ci auguriamo, pertanto, che i consiglieri del comune di Minturno siano pronti ad adottare concreti e seri atti amministrativi volti a scongiurare la chiusura di questo importante presidio”.

—————————————-Minturno, 02 agosto 2018———————————————–

AI CONSIGLIERI DEL COMUNE DI MINTURNO

OGGETTO: proposta di deliberazione comunale contro chiusura PPI di Minturno

Nelle ultime settimane si è molto parlato della prossima chiusura dei Punti di Primo Intervento della nostra provincia: in particolare, nel Golfo di Gaeta sono destinate alla chiusura, entro il 01/01/2019,
i Punti di Primo Intervento di Gaeta e di Minturno.
Nei giorni scorsi si è assistito addirittura a quella che viene definita una crociata da parte degli amministratori locali, ma, di fatto, pochi, ma forse meglio dire, nulli sono stati gli atti amministrativi davvero concreti adottati dalle amministrazioni locali.
Per tale motivo, la settimana scorsa i nostri portavoce, il deputato Raffaele Trano e il consigliere Loreto Marcelli (quest’ultimo vicepresidente della commissione sanità) hanno pubblicato un comunicato nel quale invitavano gli amministratori locali ad atti concreti, con l’onestà intellettualedi riconoscere anche l’iter che ha portato a queste decisioni, iniziato con il recepimento, nel Decreto Ministeriale 70/2015, dell’intesa sancita con la Conferenza Stato-Regioni, di cui facevano parte soprattutto Presidenti di Regione, tra cui lo stesso Zingaretti.
Gli amministratori locali, quindi, sono stati invitati a investire il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti della responsabilità delle scelte assunte nella precedente consiliatura.
L’invito è stato, finora, raccolto solo dal comune di Gaeta, durante l’ultimo consiglio comunale, quando il consigliere De Angelis ha presentato una proposta di deliberazione che, dopo due emendamenti, è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale.
Pertanto, abbiamo deciso di consegnare l’allegata bozza di deliberazione comunale,
sostanzialmente identica a quella di Gaeta e modificata solo con i dati relativi al PPI di Minturno, al consiglio comunale di Minturno, in vista della seduta di oggi: in particolare, ci aspettiamo che sia proprio il consigliere del PD Franco Esposito, delegato alla sanità, che recentemente ha parlato alla stampa locale dimenticando le responsabilità del suo partito, a far sua la suddetta proposta di
deliberazione, ammettendo, quindi, ciò che non ha ammesso davanti agli organi di stampa, e cioè che il valore del Punto di Primo Intervento di Minturno viene calpestato proprio dal suo partito e
dal massimo esponente di esso a livello regionale, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti.
Naturalmente, qualora il consigliere Esposito dovesse rifiutare di far propria tale proposta di deliberazione, la stessa potrà essere presentata da qualunque consigliere comunale del comune di Minturno.
Analoga richiesta abbiamo presentato ad alcuni consiglieri dei comuni di Santi Cosma e Damiano, Castelforte e Spigno Saturnia e anche in quei comuni alcuni consiglieri presenteranno proposta di deliberazione.
Ci auguriamo, pertanto, che i consiglieri del comune di Minturno siano pronti ad adottare concreti e seri atti amministrativi volti a scongiurare la chiusura di questo importante presidio.

per il Meetup Minturno in MoVimento

 

 

Se qualcuno pensa che staremo a guardare questa vergogna si sbaglia di grosso .

 

 

 

Ospedale Minturno 1 Ottobre 2017